Mese: dicembre 2018

Abagnale Communication

Social network il futuro del tuo brand

Negli ultimi anni l’avvento del social network è diventato lo strumento più efficace al fine di raggiungere nuovi contatti , Abagnale Communications oramai da oltre 10 anni si imbatte nel realizzare piani di comunicazione social e possiamo garantirvi che realmente riusciamo a raggiungere un target di utenti che poi alla fine si convertono in clienti attivi , per questo abbiamo voluto realizzare una slide dove meglio potrete informarvi sull’ andamento dei social


dicembre 17, 2018 0

Sei pronto per la Nuova fatturazione

sai che nel 2019 tutte le imprese hanno bisogno di implementare il nuovo sistema di fatturazione elettronica. Non credere che sia poi così difficile Aproject per questo si avvale di una partenrship con la Pcalive consulting con la quale offre servisi aziendali di grande valore aggiunto . Siamo pronti ad offrirti un sistema di fatturazione economico e funzionale . CONTATTACI ORA  371 14 04 652 Bassi costi di attivazioneinstallazione da RemotoAssistenza annuale Bassi costi di rinnovo aggiornamenti inclusi Scadenza da Gennaio 2019 Software di Generazione / Invio / Ricezione / Archiviazione E’ ormai noto da un po’ che a far data dal 1° Gennaio 2019 avremo a che fare con l’obbligo di Fatturazione Elettronica o anche E-Fatture. Di che si tratta ? La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione. La fatturazione elettronica cambia radicalmente il modo in cui si compilano, inviano, ricevono e conservano le fatture. Il formato, denominato FatturaPA, è il tracciato con cui le fatture elettroniche devono essere prodotte. Si tratta di un flusso di dati strutturati in formato digitale con gli stessi contenuti informativi di una fattura cartacea, ma scritto in linguaggio XML. Oggi la fatturazione elettronica definisce un percorso unico standardizzato grazie al Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate. La fattura elettronica viene compilata tramite un software di fatturazione elettronica. Viene firmata digitalmente (tramite firma elettronica qualificata) dal soggetto che emette la fattura o dal suo intermediario in modo da garantire origine e contenuto. Chi emette la fattura dovrà poi inviarla al destinatario tramite il Sistema di Interscambio che, per legge, è il punto di passaggio obbligato per tutte le fatture elettroniche emesse verso la Pubblica Amministrazione e verso i privati (tra poco capiremo con quali “sottili” differenze). Dopo i controlli tecnici automatici, il Sistema di Interscambio provvede a recapitare il documento alla Pubblica Amministrazione o al soggetto privato a cui è indirizzato. Per i destinatari B2B (imprese, professionisti, ecc…) le strade di invio sono 2: PEC: il file XML contiene l’indirizzo PEC del cliente al quale SdI inoltrerà la fattura. Codice destinatario SdI: quando il cliente possiede un codice di accreditamento SdI, andrà usato questo codice per inviargli la fattura. L’utilizzo del canale PEC non presuppone alcun tipo di accreditamento preventivo presso il Sistema di Interscambio. I file FatturaPA e i file archivio devono essere spediti come allegato del messaggio di PEC. L’indirizzo PEC a cui destinare i file è il seguente: sdi01@pec.fatturapa.it. Il messaggio, comprensivo dell’allegato, non deve superare la dimensione di 30 megabytes. Se tale limite dimensionale non viene rispettato non è garantito il buon esito della trasmissione. Il soggetto che utilizza il canale PEC riceverà, sulla casella di PEC da cui ha effettuato la trasmissione, i file messaggio prodotti dal SdI relativi al proprio invio. Nota bene: il Sistema, con il primo messaggio di risposta, notifica di scarto o ricevuta di consegna, comunica al trasmittente l’indirizzo di PEC che dovrà utilizzare per i successivi eventuali invii.L’utilizzo di un indirizzo di PEC diverso da quello assegnato dal SdI non garantisce il buon fine della ricezione del file FatturaPA. Cosa possiamo fare per voi ? Dopo attento studio delle casistiche presenti tra i nostri clienti abbiamo elaborato i seguenti scenari: CASO 1 – Emetti fatture con Word e/o Excel CASO 2 – Emetti fatture con un Gestionale che non genera XML oppure li genera ma non provvede alla Trasmissione e/o Archiviazione CASO 3 – Sei un Commercialista e vuoi offrire il servizio di Generazione, Invio  e Conservazione ai tuoi clienti


dicembre 16, 2018 0

Contributo a fondo perduto fino al 90% per favorire la registrazione di marchi comunitari ed nternazionali.

PRATICA DIFFICILEPratica complessa, da curare con supporto di un consulente Descrizione completa del bando Tempo richiesto: 15 giorni e 23 ore. Dall’11 dicembre riapre il bando per agevolare la registrazione di marchi comunitari e internazionali. Il Ministero dello Sviluppo Economico sostiene le PMI nella registrazione del proprio marchio anche a livello europeo ed internazionale. E’ stato, infatti, pubblicato l’avviso relativo alla riapertura del bando denominato Marchi+3, che potrà contare su un incremento finanziario di oltre 2 milioni di euro. Si tratta di una misura particolarmente apprezzata dalle PMI, in quanto ha l’obiettivo di sostenere la loro competitività nei mercati esteri attraverso una maggiore tutela del marchio.Le agevolazioni sono dirette proprio a favorire la registrazione di marchi comunitari presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale) e la registrazione di marchi internazionali presso l’OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale). Soggetti beneficiari Sono ammissibili alle agevolazioni previste dal presente Bando le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, siano in possesso dei seguenti requisiti: a. avere una dimensione di micro, piccola o media impresa; b. avere sede legale e operativa in Italia; c. essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale; d. non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali; e. non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione; f. essere titolari del/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione; g. aver ottenuto per il/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B e di aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito. Tipologia di investimenti ammissibili Possono richiedere l’agevolazione le imprese titolari del/i marchio/i oggetto della domanda che, a decorrere dal 1 giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione, abbiano effettuato almeno una delle seguenti attività: MISURA A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici – deposito domanda di registrazione presso EUIPO di un marchio e pagamento delle tasse di deposito. MISURA B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici – deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione Europea registrato presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito; – deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito; – deposito domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e pagamento delle tasse di deposito. Tipologia di spese ammissibili MISURA A L’impresa può richiedere un’agevolazione per le spese sostenute per: a. Progettazione del marchio (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione; b. Assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; c. Ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; d. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati; e. Tasse di deposito presso EUIPO. MISURA B L’impresa può richiedere un’agevolazione per le spese sostenute per: a. Progettazione del marchio nazionale/EUIPO (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) utilizzato come base per la domanda internazionale, a condizione che quest’ultima venga depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO. L’attività di progettazione del marchio deve essere effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione; b. Assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; c. Ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; d. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente Bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione; e. Tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale. Entità e forma dell’agevolazione L’agevolazione è concessa fino all’80% (90% per USA o CINA) delle spese ammissibili sostenute e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio. Scadenza Le domande di sostegno possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse.


dicembre 13, 2018 0

SEO

È il pacchetto TOP e rappresenta il servizio più completo della linea Aproject Seo per l’ottimizzazione professionale del tuo sito web e l’unico della gamma che offre una reportistica consuntiva per il monitoraggio dei risultati. Con A Seo Project  il tuo sito sarà indicizzato sui principali motori come: Google, Yahoo, Bing. Verranno inoltre realizzate ben cinque nuove pagine, studiate nella struttura e nei testi per consentire l’incremento della visibilità del sito ed un miglioramento del posizionamento sui principali motori di ricerca. Non dovrai fare altro che fornire poche informazioni e il team di esperti di Aruba penserà al resto. Con soli € 470,00/anno + iva avrai: • Segnalazione del tuo sito ai motori di ricerca • Realizzazione di ben cinque nuove pagine ottimizzate nei contenuti e nella struttura per essere search engine friendly • Un nuovo dominio di terzo livello sul quale verranno pubblicate le nuove pagine (es. http://nometerzolivello.nomedominio.com) • Un report annuale per analizzare e verificare l’efficacia del servizio e l’andamento dell’attività. Il servizio può essere acquistato su tutti i domini ma per poterci far agire abbiamo esigenza di trasferire il vostro dominio sui server dei nostri partner  in assoluto Aproject utilizza l’azienda più garantita in Italia Aruba. Il tuo dominio è registrato presso un altro Provider? Non preoccuparti: potrai richiederne il trasferimento direttamente in fase di ordine del servizio


dicembre 6, 2018 0

Formazione 4.0

  Sono fiero di te … se sei in questa sessione probabilmente sei interessato a formare al meglio te stesso io ho iniziato un po di tempo fa ma non è mai troppo tardi Io mi chiamo Catello Abagnale e sono anni che cerco di formare me stesso al fine di raggiungere dei risultati , mi sono imbattuto in ardue imprese ed ho spaziato  nella ricerca di un lavoro adatto  a me  senza rendermi conto che quello adatto è quello che facevo istintivamente “Comunicare” Hai mai pensato di non fare nella tua vita ciò che ti piace ? io l’ho pensato tante volte , ho iniziato fin da ragazzo cercando di essere un imprenditore , sono figlio di un imprenditore  e nella mia vita ho ho iniziato facendo il commerciale dell’ azienda di famiglia  poi l’ho fatto per la mia impresa ma non ero un commerciale, poi ho iniziato a fare il grafico pubblicitario e mi riusciva molto bene, ma non era quello che volevo , poi ho messo su una una web agency che ancora oggi porto avanti , ma cmq non era  quello che volevo . il Mio vero lavoro è quello che faccio oggi : Comunico con i miei  clienti amici , insieme troviamo i punti che andrebbero migliorati nella propria azienda, insieme iniziamo un percorso di miglioramento , insieme troviamo le giuste soluzioni , insieme formiamo le risorse adatte, insieme lo comunichiamo al mondo per ricevere alla fine la gratificazione  di sentirsi dire bravo grazie a te la mia azienda è migliorata . come vedi io non vendo illusioni , non vendo siti web , non vendo advertising io cerco ogni giorno di rendere facile la vita imprenditoriale dei miei clienti. tutto il resto  è cio che io e  i miei collaboratori mettiamo su in termini comunicativi per raggiungere gli obbiettivi dei nostri clienti .


dicembre 6, 2018 0

SERVIZI GOOGLE ADWORDS

Servizi Google AdWords Cos’è Google AdWords? È lo strumento utile ad aumentare la propria visibilità sul principale motore di ricerca web, utilizzato da quasi l’85% dei navigatori italiani: Google. Il risultato della ricerca dipenderà dalla coerenza dell’annuncio con le parole di ricerca dell’utente web. Il motore di ricerca, sulla base dell’ottimizzazione del testo pubblicato online, restituirà al navigatore il sito dell’azienda/professionista che promuove i propri servizi/prodotti con AdWords. Il motore di ricerca, in sostanza, suggerisce al navigatore il sito dell’azienda che corrisponde il più coerentemente possibile alla sua ricerca. Google AdWords è utile per la vendita di prodotti/servizi la promozione di aziende (b2b) la segnalazione di offerte commerciali competitive sul largo consumo operazioni che necessitano di grande visibilità in un tempo limitato come: – offerte turistiche – segnalazione di eventi – offerte legate ad aree geografiche ben specifiche A chi si rivolge una campagna pianificata adv con Google AdWords? Tramite le parole chiave selezionate è indirizzabile a piacimento; inoltre è possibile impostare una geotargettizzazione, fare, cioè, in modo che solo gli utenti di una regione o provincia vedano il nostro messaggio. Ma come funziona Google AdWords? L’azienda/il professionista che intende pianificare una campagna con Google AdWords deve, in primis, deve scegliere una serie di parole chiave a cui desidera che sia abbinata. Google valuterà quanto il messaggio dell’annuncio sarà coerente con il sito web e/o la landing page, appositamente creata per la campagna. Su questa base definirà se l’annuncio potrà essere pubblicato e a quale importo sarà fissato il costo per click sul banner pubblicitario. Parte del nostro lavoro sarà proprio quello di rendere ottimale questo legame: ossia raccordare le parole dell’annuncio e quanto pubblicato sul sito. Tutto ciò, senza mai perdere di vista gli obiettivi della vostra comunicazione. Il pacchetto prevede: l’analisi delle parole da usare la realizzazione degli annunci in funzione delle parole chiave il caricamento degli annunci la gestione del budget giorno per giorno la supervisione dell’andamento l’ottimizzazione man mano che l’attività procede. Alla fine della campagna verrà fornito un report su quante persone hanno visto gli annunci e quanti hanno cliccato su di essi.


dicembre 5, 2018 0

25.000 EURO PER LA TUA NUOVA IMPRESA

Finanziamenti 25.000 euro per la tua nuova impresa Chat on WhatsApp Il microcredito è uno strumento finanziario che ha lo scopo di rispondere alle esigenze di inclusione finanziaria di coloro che presentano difficoltà di accesso al credito tradizionale. Non si tratta semplicemente di un prestito di piccolo importo, ma di un’offerta integrata di servizi finanziari e non finanziari. Ciò che contraddistingue il microcredito dal credito ordinario è l’attenzione alla persona, che si traduce con l’accoglienza, l’ascolto e il sostegno ai beneficiari dalla fase pre-erogazione a quella post-erogazione, nonché la particolare attenzione prestata alla validità e alla sostenibilità del progetto.Lo strumento del microcredito, nella forma di “microcredito imprenditoriale”, si rivolge a tutti coloro che intendono avviare o potenziare un’attività di microimpresa o di lavoro autonomo e/o che hanno difficoltà di accesso al credito bancario.. Chi può ottenere il finanziamento? Lavoratori autonomi titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti; Imprese individuali titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti; Società di persone, società tra professionisti, s.r.l. semplificate e società cooperative,titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo 10 dipendenti Come funziona? Se sei interessato, il primo step è quello di recarti in una delle banche convenzionate con l’Ente Nazionale per il Microcredito e presentare la tua richiesta.Da questo momento un tutor di microcredito ti assisterà aiutandoti innanzitutto a capire se la tua idea imprenditoriale sia realizzabile. Successivamente lo stesso tutor continuerà ad essere il tuo punto di riferimento per gli eventuali problemi che potrai incontrare. Come si può utilizzare il finanziamento? Acquisto di beni ( incluse le materie prime necessarie alla produzione dei beni o servizi e le merci destinate alla vendita) o servizi connessi all’attività; Pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti soci lavoratori; Sostenimento dei costi per corsi di formazione aziendale; Ripristino capitale circolante; Operazioni di liquidità; No ristrutturazione del debito. Qual è l’iter da seguire? Se sei interessato al finanziamento, il primo step è quello di recarti in una delle banche convenzionate con l’Ente Nazionale per il Microcredito e presentare la tua richiesta. Da questo momento, un tutor di microcredito ti assisterà, aiutandoti innanzitutto a capire se la tua idea imprenditoriale sia realizzabile. Successivamente lo stesso tutor sarà il tuo punto di riferimento per la redazione del businnes plan e per chiarire eventuali dubbi. Quali sono le caratteristiche del finanziamento di microcredito? Mutuo chirografario a tasso fisso Durata minima 24 mesi e massima 60 mesi, aumentati di 6 in caso di preammortamento (max 12 mesi)Importo max € 25.000,00, che possono diventare € 35.000,00 se le ultime 6 rate pregresse sono state pagate in maniera puntuale e se lo sviluppo del progetto finanziato risulta in linea con il raggiungimento dei risultati intermedi stabiliti dal contratto di finanziamento e verificati dalla Banca.Garanzia pubblica del Fondo di garanzia per le PMI (80% dell’importo finanziato); la Banca potrà richiedere ulteriori garanzie personali (non reali) solo relativamente alla parte non coperta dalla garanzia pubblica.La richiesta di accesso al microcredito è TOTALMENTE GRATUITA; il cliente dovrà sostenere esclusivamente il costo del tasso di interesse previsto dal mutuo. In nessun caso dovranno essere versate somme di denaro AD ALCUNO per servizi di intermediazione. Quali documenti sono necessari? CHECKLIST DOCUMENTALE per Imprese Neo Costituite (< 18 mesi) e Professionisti: Documento d’identità* Codice fiscale* Copia Visura Camerale della ditta e/o società rilasciata da non più di 3 mesi* Copia modello attribuzione Partita IVA* Numero d’iscrizione all’ordine professionale* Situazione economico/patrimoniale a data recente* Copia ultime dichiarazioni dei redditi personali dell’amministratore e dei soci con allegati estremi della presentazione* Eventuali attestazioni professionali connesse alla realizzazione del progetto Lettera di intenti per l’utilizzo e/o locazione eventuale sito operativo Copia eventuale contratto di franchising da sottoscrivere per l’avvio del progetto Preventivi acquisto attrezzature/ macchinari/ stigliature/ supporti hardware e/o software / registratori di cassa connessi all’avvio del progetto Preventivi di eventuali lavori strutturali nei locali opzionati quali siti operativi Preventivi per eventuali spese per l’avvio del progetto (pubblicità in genere) Preventivi eventuali necessarie coperture assicurative di persone e locali Preventivi per l’acquisto prima fornitura (recenti) ovvero fatture (recenti) quietanzate nel caso di investimenti già sostenuti *Da presentare in banca CHECKLIST DOCUMENTALE per Imprese Costituite e Professionisti (>18 mesi) Copia documento di Identità del titolare e/o amministratore* Codice Fiscale* Copia Visura Camerale della ditta e/o società rilasciata da non più di 3 mesi* Copia Atto Costitutivo e Statuto (esclusivamente per le società) * Copia delibere assembleari in cui vengono conferiti i poteri all’organo amministrativo a richiedere, perfezionare ed utilizzare fidi bancari (qualora non previsto dallo Statuto) * Copia modello attribuzione Partita IVA* Numero di iscrizione all’ordine professionale* Situazione economico/patrimoniale a data recente (qualora scadenza esercizio chiuso sia eccessivamente lontana-maggiore di 4 mesi) * Copia ultime due dichiarazioni dei redditi della società/ditta con allegati estremi della presentazione* Copia ultime dichiarazioni redditi personali dell’amministratore e dei soci con allegati estremi della presentazione* Dettaglio delle operazioni di leasing se presenti o voci particolarmente significative per una valutazione della situazione economica, finanziaria e patrimonialeccc Dettaglio affidamenti con il sistema bancario (allegando copia e/o ultimo trimestre) * Preventivi di eventuali finanziamenti richiesti.


dicembre 5, 2018 0